Mamma, bene?

Ieri sera ero da sola in casa col mio piccolo raggio e stavo preparandolo per andare a nanna quando ad un certo punto mi chiede: “Mamma, bene?” (Mamma mi vuoi bene?).
L’ho abbracciato, baciato e gli ho fatto rischiare un principio di soffocamento per stringerlo a me.
Ad un certo punto, mentre sto per spegnere la luce mi dice “Mamma, paura”. Anche in questo caso l’ho abbracciato fortissimo rassicurandolo sul fatto che gli ero vicino e che se non ci fossi stata avrebbe potuto chiamarmi e sarei arrivata immediatamente.
A questo punto, convinto dalle mie coccole, si è appoggiato al cuscino ed è crollato all’istante!
Ragazzi, avrei voluto che quel momento durasse per sempre!

2 risposte a “Mamma, bene?”

  1. Gli infanti hanno una capacità irraggiungibile di farti sciogliere all’istante e ci riescono anche il 99% delle volte in cui sei sull’orlo della strage degli innocenti, cosa a me spesso frequente, ma quando mi si avvicina e si struscia contro la punta del mio naso e mi accalappia nelle sue spire abbraccifere lo lascio fare quasi sempre e postpongo le cattive intenzioni che mi sono passate fino a due secondi netti prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *