5 per mille

5xasacci
Avrei moltissime cose nuove da raccontare ma prima ho necessità di far arrivare un messaggio “di servizio”.
Sta iniziando il periodo delle dichiarazioni dei redditi e da quest’anno è possibile devolvere il 5 per mille alla nostra Associazione Assacci.
Se volete vederci “in azione” potete cliccare sui video in alto sotto il titolo o direttamente sul nostro canale You Tube
Con una semplice firma potete aiutare la nostra neonata associazione Assacci,
Devolvere il tuo 5 per mille è un’operazione semplicissima:
• basterà mettere una firma nel riquadro intitolato:
“Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni e fondazioni”

nel modelli 730 1 BIS o UNICO persone fisiche
• Inserire sotto la tua firma il codice fiscale di Assacci, 9514580107
Se non hai l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, basterà, senza alcun onere, consegnare alla tua banca o a un ufficio postale la scheda integrativa per il 5 per mille contenuta nel CUD in busta chiusa su cui apporre la scritta “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, con indicazione del tuo nome, cognome e codice fiscale
Devolvere il 5 per mille non costa nulla perché sono soldi che sarebbero comunque dovuti allo Stato, ma per noi possono significare davvero tanto.
Grazie!

Tre è il numero perfetto?

457960_18474555
Da qualche tempo intorno a me stanno spuntando un mucchio di pancine.
Sono di amici, colleghi e conoscenti nostri coetanei che, dopo aver avuto il primo pargolo, si stanno avventurando una seconda volta nel mondo della maternità e della paternità.
Sono felice per loro ma nello stesso tempo mi mettono in crisi perché, se da un lato da anni accarezzo anch’io l’idea di un altro pupo/pupa, dall’altro ho una paura fortissima che qualcosa non vada per il verso giusto.
Ormai poi ho quasi  36 anni (li compirò il 30 marzo), età che non è proprio perfetta per una gravidanza.
Non so inoltre se riuscirei a trovare spazio per un neonato nella mia vita attuale perché ho orari super scanditi come in una caserma e se sgarro mi sballa tutta la giornata!
Non sono mai riuscita a capire se al raggio piacerebbe un fratellino/sorellina, ma in questo periodo per esempio non credo perché siamo in love (mi segue dappertutto e mi abbraccia, manda bacini…) ed è molto geloso di me.
Credo che continuerò a guardare con mezzo sorriso e mezza lacrimuccia i passeggini ed i fiocchi nascita al centro commerciale, cercando di auto convincermi che “no, non voglio ricominciare, i neonati sono impegnativi, ho appena ripreso spazio per noi come coppia (come se con i nonni che tengono il pargolo solo quando lavoriamo durante la settimana fosse facile trovare spazio di coppia), ho buttato via vestitini e passeggini ed ormai dovrei ricomprare tutto ecc“.
Credici Anna, credici.

Giornata mondiale della sindrome di down

Oggi è la Giornata Mondiale per la Sindrome di Down.
Per dare più visibilità all’evento, molte pubblicità sono state girate nuovamente inserendo alcuni protagonisti con sindrome di down.
E’ necessario che vengano compiuti ancora molti passi avanti nell’integrazione di bambini e ragazzi che hanno questa sindrome.
Ecco il video creato da Coordown:

Vi segnalo anche il video vero e proprio della manifestazione sul blog di mammafattacosì

PERCHE’ ESSERE DIFFERENTI E’ NORMALE!