I vostri figli non sono figli vostri

Questa mattina mi è capitato in mano “Come pinguini nel deserto” e mi si è aperto su questo passo: i nostri figli non sono nostri, noi siamo solo l’arco che deve far sì che le frecce volino lontano.
E’ verissimo, anche se è complicato, specialmente per me che sono iper protettiva e possessiva.

I vostri figli non sono i vostri figli.

Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di sé.

Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro,

E benché stiano con voi non vi appartengono.

Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,

Perché essi hanno i propri pensieri.

Potete alloggiare i loro corpi ma non le loro anime,

Perché le loro anime abitano nella casa del domani, che voi non potete visitare, neppure in sogno.

Potete sforzarvi d’essere simili a loro, ma non cercate di renderli simili a voi.

Perché la vita non procede a ritroso e non perde tempo con ieri.

Voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi.

L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,

e con la Sua forza vi tende affinché le Sue frecce vadano rapide e lontane.

Fatevi tendere con gioia dalla mano dell’Arciere;

Perché se Egli ama la freccia che vola, ama ugualmente l’arco che sta saldo.

Buon Natale a tutti voi

Manca pochissimo ormai a Natale: conclusi tutti i preparativi (gli ultimi regali, le ferie dal lavoro, qualche altro addobbo per casa) andremo a trascorrere il Natale con i nostri genitori per far sì che possano coccolarsi M. in questo periodo in cui non va al nido.
Auguro quindi a tutti Voi che leggete un sereno Natale, ci risentiamo presto.
Un abbraccio! :-*

Una buona notizia

Voglio condividere una buona notizia, anche se è un po’ off topic, che ho ricevuto stamattina.
Dopo mesi di visite, ecografie, riti propiziatori, scarpine e oggettini regalati nei classicissimi (ma secondo me orribili) colori pastello, oggi la mia collega mi ha detto che ha finalmente svelato il mistero e scoperto il sesso del suo bimbo che dovrebbe nascere tra un mese: alla fine non femmina come è sembrato per 8 mesi, ma MASCHIO!
Sta bene, cresce e tra un mese (incrociamo le dita) nascerà. Il nome per ora è top secret.
Non vedo l’ora che nasca per andare a rimirarmelo appiccicata al vetro del nido!