Bimbi grandi, pappe grandi

Le vacanze di Natale e Capodanno ahimè sono finite ma hanno portato una novità: alla “tenera” età di 30 mesi (quasi 31) M. inizia a masticare il cibo!! :X

Qualche giorno fa ha chiesto una fetta di pane a fette al papà ed ha iniziato a staccarne piccoli pezzi e metterseli in bocca. Non vi dico il nostro stupore dopo mesi di tentativi per convincerlo ad assaggiarlo!!
Pian piano ha aggiunto al suo menù pane normale, torta tipo margherita ed oggi ha mangiato un paio di farfalle condite con pesto prima che riuscissi a spezzettargliele.

E’ proprio vero, secondo me, quello che ha detto il papy di M. nonché mia dolce metà: i figli normali rendono felici i genitori quando fanno qualcosa di speciale, i figli speciali rendono felici i genitori quando fanno qualcosa di normale.

Mastichiamo?

 

Non voglio cantare vittoria troppo presto, ma sembra che M. inizi ad aver (finalmente) voglia di iniziare a masticare!!!!

Sabato stavamo facendo la spesa, M. ha rubato un pezzetto di focaccia a suo papà e, dopo qualche movimento con la bocca che sembrava simile alla masticazione ha inghiottito il boccone. Onestamente ci aspettavamo che gli andasse di traverso come al solito, invece ha continuato a trotterellare verso l’auto insieme a noi come se nulla fosse!

Sarò scema, ma è una cosa che mi dà parecchia ansia, specialmente quando vedo bambini piccolissimi sbocconcellare focaccia, grissini o biscotti. Tra un paio di giorni comunque avremo l’appuntamento con una logopedista, così per scrupolo.

In moltissimi (medici soprattutto) ma hanno detto che il non masticare non è causato dall’ACC, ma solo dall’essere figlio unico viziato e pigro. Se a questo poi aggiungiamo che suo padre ed io, quando era piccolo, eravamo iper protettivi oltre ogni limite… si capisce forse che M. si è seduto sugli allori.

Sempre legato a questo discorso, una cosa che gli piace moltissimo fare in questo periodo è mordere.

A volte, quando ha finito di pranzare, fare merenda o cenare gli piace tentare di mordere le mani a suo papà o a me. Il problema è che sino a poco tempo fa lo faceva pian piano: ora invece stringe i dentini con tutta la forza!