5 anni

479168_3814245127506_1215075983_o
Tra poco più di 8 ore il raggio compirà 5 anni.
Stasera, dopo il lavoro, gli ho preparato le bustine con le gelatine di frutta per la festa coi suoi compagni domani in asilo.
Ho scelto di applicare ad ogni sacchettino una mollettina portafortuna rossa con una coccinella attaccata sopra.
Nel pomeriggio è venuto col papy a prendermi in ufficio ed abbiamo subito preso un gelato tutti insieme.
Il raggio si pappava una coppetta, io un cono e mio marito un gelato col biscotto.
Ad un certo punto il pargolo ha iniziato golosamente a rubare cucchiaini di dolce da me e da suo padre.
Anche se in certi momenti mi fa incazzare come un riccio, ci sono attimi come questo che mi fanno capire che per lui sarei disposta a tutto.
Auguri, raggino mio, che quest’anno possa essere dolce per te come queste caramelle zuccherate!

36 anni… oppure 25 per l’undicesima volta!

536471_10369713
Sinceramente preferisco la seconda! 😉
Scherzi a parte, almeno così mi sento meno vecchietta.
Oggi ho festeggiato col papy andando a pranzo fuori mentre il raggio era all’asilo (come faremmo certe volte ad organizzarci senza lo stacco di qualche ora mentre il pargolo è alla scuola materna?).
Per il mio compleanno stavolta non ho chiesto profumi, scarpe o vestiti, ma una praticissima asciugatrice che mentre scrivo sta terminando il suo primo ciclo (spero di non ritrovarmi coi vestiti della dimensione di una Barbie). Sia l’inverno scorso che quest’ultimo mi è capitato che ogni volta che stendevo, puntualmente iniziava a piovere.
Il papy ha acconsentito entusiasta, pregustando già l’idea di rivedere dopo mesi il fondo della cesta del bucato.
Il raggio invece mi ha regalato una scena carinissima.
Oggi per fargli una sorpresa siamo andati con mio marito a prenderlo insieme in asilo (mentre normalmente ci va o uno o l’altro).
Abbiamo scoperto finalmente perché va così volentieri alla materna in queste ultimi mesi.
Nella sua classe c’è una bimba carinissima che chiamerò laBimba.
Oggi laBimba diceva al raggio di darle un bacino. Il pargolo allora la raggiungeva nel suo banco e la baciava sulle labbra (!!). Lei allora si incavolava e gli spiegava che voleva sì un bacio ma sulla guancia, e si ripuliva con la manina.
Erano troppo teneri, li guardavamo con il papy e stavamo morendo dal ridere!

Festa di compleanno


primavera 2011 001

Sabato e domenica scorsi ho avuto col raggio due giornate campali.
Sabato siamo andati al compleanno di un suo cuginetto, mentre il giorno dopo abbiamo festeggiato i suoi 4 anni.
Sono contenta perchè alla festicciola del cugino innanzitutto ha mangiato riuscendo anche a masticare piuttosto bene 8 pezzi di pizza (i parenti avranno pensato che l’ho tenuto a stecchetto apposta argh!), ha giocato con gli altri bimbi ed è persino riuscito a sbucciarsi un ginocchio!
Domenica mentre chiacchieravo amabilmente con amici e tenevo d’occhio il pargolo ho potuto vedere che ha giocato tutto il tempo nel recipiente per la sabbia a parchetto oppure col triciclo o sullo scivolo con gli altri bimbi.
Mi direte: e allora?
Fino a qualche tempo fa era super restio a giocare con altri e di certo i problemi nelle abilità sociali che gli sono provocati dall’ACC non aiutano ma vedo che lui, rocciosissimo, se ne frega e si butta.
Insomma, è il mio grande amore (dopo suo padre, certo)!
P.S. Nella foto sono quella con la testa tagliata e in quella posizione compostissima 😉 con le braccia sui fianchi