Natale e Capodanno 2013

Buone Feste a tutti, noi come da tradizione familiare passeremo questa sera dai suoceri ed il 25 a pranzo da mia mamma.

Mi piacerebbe riuscire a portare un po’ a spasso il raggio, per esempio mercoledì scorso gli ho fatto fare un giro al mercatino di San Nicola e mi ha accompagnato da alcuni parenti.

Vi lascio infine con la filastrocca che abbiamo dovuto imparare per Natale, la “mia” versione con le immagini per aiutare il pargolo a memorizzarla meglio. Ancora auguri a tutti!

FILASTROCCA DI NATALE

Prime paroline scritte e dentini

Il raggio comincia timidamente a scrivere le prima paroline in stampatello.

In realtà non scrive la parola completa, ma bisogna “suggerirgli” le letterine una per una (“p” di papà, “a” di ape, “p” di papà ed infine “a” di ape) ma sono già felicissima di questi progressi!

La parolina nella foto  dovrebbe essere “papà” ,a non abbiamo messo l’accento per non confondere troppo il pargolo.

Il bambino frequenta la prima elementare (o prima primaria) con 27 ore tra sostegno ed OSE.

Confesso che suo papà ed io non ci aspettavamo che imparasse lo stampatello così velocemente!

I suoi problemi principali riguardano i tempi di attenzione ed i problemi comportamentali.

Il raggio segue una parte di lezione in classe ed una separata con il sostegno o l’OSE perché non regge altrimenti un’attenzione continua di 3-4 ore.

Anche a causa della sua ipercinesia spesso non riesce ad interagire in maniera corretta con gli insegnanti ed i compagni.

I suoi comportamenti alterati vengono spesso scambiati per problemi educativi, ma nel nel caso in cui veramente io o il papy possiamo aver davvero sbagliato qualcosa in questi anni, sto leggendo qua e la vari libri di pedagogia.

Adesso ho iniziato questo:

Più riguardo a Intelligenza emotiva per un figlio

Parla di come diventare allenatori emotivi per i propri figli. Non so se si applica anche alla disabilità ma, almeno in parte credo che mi sarà utile. Se poi ce la faccio magari scriverò anche una breve recensione.

Infine, è caduto finalmente il primo dentino ed il topino dei denti è venuto a farci visita!

IMG-20131207-WA0000

Nessuna news invece per il decreto del tribunale dei minori per l’adozione internazionale, ma comunque non abbiamo fretta!

A Roma dal Papa con gli altri malati rari

Il 12 novembre con marito e pargolo ci siamo messi in viaggio per raggiungere Roma ed assistere il giorno successivo all’udienza di Papa Francesco insieme alle altre associazioni di malati rari.

Velocità in Km/h sul Frecciabianca
Velocità in Km/h sul Frecciabianca

E’ stata un’esperienza emozionante, anche per noi che non siamo praticanti.

E’ stato divertente anche salire in piedi sulla seggiola in Piazza San Pietro in bilico sui sanpietrini per provare a scattare una foto ravvicinata al Papa. Ecco i risultati (grazie zoom dello smartphone! 😉 ):

Ed ecco l’inizio dell’Udienza.

In quel momento mi sono sentita in pace con il mondo ( cosa che non mi capita quasi mai) ed anche se so che eravamo lì non per villeggiatura, ma perchè i nostri figli hanno una malattia rara mi sono messa ad ascoltare il discorso di Papa Francesco.

Ho particolarmente apprezzato la fine, quando ha detto che bisogna vivere in maniera gioiosa. Spesso me lo dimentico, travolta dai problemi di tutti i giorni. Probabilmente se ogni tanto proviamo a cercare qualcosa di positivo nella nostra giornata, i vari casini ci sembreranno già un po’  più piccoli.

Il giorno dopo, mentre stavamo raggiungendo la metropolitana per andare a Termini ho scattato ancora una foto a Piazza San Pietro (deserta o quasi rispetto al giorno prima) per conservarla finché non riusciremo a tornare a Roma per visitarla con un po’ più di calma.

20131114_105200