Ciao estate… e piccoli progressi!

Vi ricordate quella canzone che diceva: “L’estate sta finendo… e un anno se ne va…”. Erano i mitici anni ’80, ed avrò avuto sì e no 8 anni… che bei tempi!
Sto divagando 😉
Tra pochi giorni rientrerò in ufficio dopo 3 godutissime settimane e penso sia il momento di tirare un po’ le fila su questo periodo caldissimo ma ricco di novità.
Il raggio ora:
– mangia masticando (anche se essendo ingordo fa dei bocconi da mezzo Kg!)
– mi dice finalmente cosa gli va e cosa no (almeno evito di sprecare tempo cucinando cose che magari detesta, anche se su frutta, carne e yogurt sono ferocissima ed intransigente)
– esprime preferenze su scarpe e vestiti (prima avrei potuto mettergli una tovaglia con un foro nel centro ed un paio di ciabatte fatte a maialino e lui non avrebbe battuto ciglio o quasi)
– si fa coccolare tantissimo e coccola me, suo papà ed i nonni (ruffiano!) con bacini, abbracci, vuole sfregare il suo nasino coi nostri… è una cosa che mi fa sciogliere
– riesce a stare abbastanza in equilibrio sul monopattino (a 3 ruote). Volevo prendere un bici senza pedali ma non ne ho trovata una che andasse bene per la sua altezza 🙁 Troppo alto: è 113 cm
– va a fare plin plin da solo (anche se poi viene da noi chiedendo una mano per risistemare biancheria e pantaloni)
e….
rullo di tamburi…
da due sere fa pupù nel WC!!!!
Gli mettiamo dei giochini sul tablet in bagno e lui giocando e canticchiando… finalmente produce! 😉

Autore: Anna

Genovese, classe 1976, mamma del raggio. Campionessa di tetris nell'incastrare impegni scolastici, sportivi e terapeutici del raggio col mio lavoro e la vita famigliare. Vivo giorno per giorno ed il mio motto è "Mai arrendersi!" ilnostroraggiodisole@gmail.com

5 pensieri riguardo “Ciao estate… e piccoli progressi!”

  1. caspita che grandissimi passi!!! non so per quale motivo, ma d’estate si cresce sempre tanto. ho questo ricordo anche per la mia infanzia. Una domanda: ma perchè la bici senza pedali? so che ultimamente la consigliano per l’equilibrio, ma memole a contatto con quella di un amico non è stata per nulla entusiasta (e nemmeno il suo amichetto). noi le abbiamo comprato quella con i pedali e rotelle. non è stato così immediato imparare a pedalare ma adesso dovresti vedere come si sente libera quando sfreccia a tutta velocità! poi per togliere i pedali faremo come i nostri genitori, il prossimo anno, poco a poco…

  2. Che peccato l’estate sta finendo e tra un po’ ricominciano le corse…
    E’ stata un’estate fruttuosa per voi!
    Soltanto uno dei miei ha idee ben precise sul vestiti, (fin troppo, sceglie anche cappelli e cinture e guanti…) gli altri potrei vestirli di stracci…

  3. @Maggie La bici senza pedali perché credo che il raggio avrebbe credo più difficoltà a pedalare che non a stare in equilibrio.
    Purtroppo tutte le bici senza pedali che ho visto hanno le dimensioni di un triciclo e quindi non vanno più bene… Alla fin fine credo che tenterò con una bici classica ma ormai senza rotelle perché è troppo alto e pesante… I miei nipoti hanno tutti imparato con le rotelline, togliendole poi a mano a mano ma purtroppo ci siamo decisi un po’ tardi…

    @6cuorieunacasetta: sì, vorrei che quest’estate non finisse mai!

  4. da parte nostra ti dico che per Memole è stato il contrario: lei non riusciva a stare in equilibrio e non le è piaciuta la bici senza pedali. invece quella con le rotelle sì. certo non è stato immediato saper pedalare, ma con un pò di pazienza siamo riusciti e adesso sfreccia!! ma tu conosci il raggio meglio di chiunque quindi saprai!! in bocca al lupo!!

  5. Grazie!
    Per quest’estate alla fine ci siamo limitati a cercare di insegnargli ad andare in monopattino. L’anno prossimo vedremo se si appassionerà alla bici o se puntare su un monopattino da corsa (insieme al papà che vorrebbe comprarne anche uno per sé per andare a passeggio col pargolo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*